Approfondimenti di Tecnica Assicurativa

Cambia la Responsabilità in ambito Sanitario

La nuova legge, che intende garantire più trasparenza per i pazienti e più sicurezza per le strutture oltre a diminuire il contenzioso con pazienti, ha provveduto a una regolamentazione dell’intero comparto. Molte sono le novità, di cui buona parte è ancora da implementare.

Eccole in pillole:

Le strutture sanitarie pubbliche e private rispondono per l’operato del personale medico-sanitario, anche non dipendente ma comunque attivo al loro interno.

La responsabilità delle strutture è di natura contrattuale (onere probatorio a loro carico e prescrizione decennale) e per farvi fronte hanno l’obbligo di stipulare idonee polizze di Responsabilità Civile. L’obbligo assicurativo vale anche per il singolo “esercente la professione sanitaria”, ma la sua responsabilità è extracontrattuale (salvo il rapporto contrattuale diretto con il paziente) e l’onere della prova grava quindi su chi chiede il risarcimento, la prescrizione è di 5 anni.

In ambito penale è stato introdotto l’art. 590 sexies c.p. che disciplina la responsabilità per morte o per lesioni personali in ambito sanitario, nel caso in cui il medico ha agito in modo negligente o imprudente. La “colpa lieve” è abolita e, se la condotta del sanitario è caratterizzata da mera imperizia, non è penalmente rilevante.

Nel suo operato l’esercente la professione sanitaria deve attenersi alle “buone pratiche clinico assistenziali” e alle “linee guida”, emanate da appositi enti iscritti in un elenco che è ancora da istituire. La struttura sanitaria ha un diritto di rivalsa nei confronti del medico che non si attiene a queste regole e le causa un danno.

Il paziente che chiede un risarcimento al medico o alla struttura, o, altra novità, anche direttamente all’assicurazione, ha l’obbligo di tentare prima una conciliazione chiedendo al giudice civile una consulenza tecnica preventiva. La non partecipazione alla conciliazione è sanzionata.
Per far comunque fronte ai risarcimenti necessari viene inoltre istituito un fondo di garanzia alimentato con i contributi obbligatori degli assicuratori della responsabilità in ambito sanitario.

Un altro istituto nuovo è il “Garante per il diritto alla salute”, cui i cittadini potranno segnalare eventuali malfunzionamenti del sistema.

Contattaci per maggiori informazioni

Scopri la nostra Convenzione Nazionale Responsabilità Civile Professionale Medici